comunicati-copagri
inComunicati Stampa il20 giugno 2017

Caporalato, Verrascina: “Bene Protocollo di Trapani. Combattere caporalato è dovere imprenditori onesti”

“Con oggi parte la prima esperienza di quella che sarà un’importante azione a sostegno degli imprenditori agricoli: Agrinsieme lavorerà tramite azioni concrete con i sindacati, il comune di Montebello di Mazara e il centro per l’impiego per cercare di arginare l’odioso fenomeno del caporalato e dello sfruttamento illegale in agricoltura”.

Così Franco Verrascina, presidente della Copagri, commenta l’apertura dello sportello per il collocamento e contro l’illegalità in agricoltura in provincia di Trapani avvenuta oggi in seguito alla firma del Protocollo d’intesa tra Agrinsieme, i sindacati Fai-Flai-Uila, il comune di Montebello di Mazara e il centro per l’impiego di Castelvetrano.

“Ci auguriamo che altri territori seguano questo esempio e che si possa dare attuazione congiunta in numero sempre maggiore di comuni alla legge 199 e al Protocollo ‘Cura-Legalità-Uscita dal ghetto’” prosegue Verrascina. “Combattere concretamente l’intermediazione illecita di manodopera in agricoltura è un dovere anche per tutti quegli imprenditori agricoli che onestamente svolgono la loro attività e che attraverso le convenzioni con gli enti bilaterali provinciali possono offrire ai lavoratori stagionali una valida alternativa alle attività solitamente svolte dai caporali”.