inComunicati Stampa il18 Apr 2017

Etichetta Latte, Verrascina: “Bene chiarezza origine, ma i problemi sono altri”

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

“L’obbligo di indicare in etichetta il paese di mungitura e quello di trasformazione del latte consentirà a tutti i cittadini di compiere scelte più consapevoli rispetto all’acquisto dei prodotti lattieri caseari. Si apre un nuovo capitolo nel rapporto consumatori-produttori di cui valorizziamo l’importanza, tuttavia le problematiche del settore sono altre e non si risolvono solo con l’etichetta”.

Lo afferma il presidente della Copagri Franco Verrascina in merito all’entrata in vigore del decreto che sancisce l’obbligo di indicare in etichetta l’origine del latte e dei prodotti lattieri caseari in Italia.

“Come evidenziato dall’Ismea la tutela dell’origine che finora riguardava solo i formaggi Dop e Igp, si estenderà adesso anche a circa 500mila tonnellate di formaggi non certificati prodotti e commercializzati in Italia, riguardando oltre un milione di tonnellate di formaggi. Accogliamo, quindi, positivamente il provvedimento” prosegue Verrascina “ma restiamo convinti che il problema principale per il comparto rimanga quello della giusta remunerazione degli allevatori che, da anni soffrono una crisi di reddito incolmabile. Inoltre gli allevatori hanno bisogno di una filiera che dia maggiori certezze e garanzie per poter pianificare la strategia aziendale nel corso dell’anno senza continue sorprese.”

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.