inComunicati Stampa il27 Marzo 2017

Terremoto, Verrascina in Abruzzo: “Decisioni operative e risorse per allevatori che non si arrendono”

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

“La Copagri continuerà ad essere al fianco di tutti gli agricoltori e gli allevatori messi in ginocchio dagli eventi sismici e dalle avversità atmosferiche dei mesi scorsi, ma che non intendono arrendersi. E’ però sempre più necessario ripensare ad una nuova politica del territorio che punti alla salvaguardia del territorio e dell’ambiente, che eviti lo spopolamento delle aree interne e che valorizzi la multifunzionalità.”

E’ quanto ha affermato Franco Verrascina, presidente della Copagri, nel corso dell’incontro organizzato dalla Copagri Abruzzo, a Paterno di Atri (Pe), per discutere delle misure contenute nel decreto post sisma attualmente in discussione in Parlamento e a cui ha partecipato Dino Pepe, assessore regionale alle Politiche Agricole. Mentre 150 gli agricoltori sfilavano per la strade con i loro trattori, il Presidente ha incontrato insieme all’Assessore, gli allevatori colpiti dal sisma e dalle avversità atmosferiche chiedendo alle istituzioni decisioni tempestive e chiare, e la possibilità di avere al più presto risorse per far ripartire le attività delle aziende.

“Un primo aiuto per continuare a produrre arriverà dai pagamenti per il mancato reddito che prevedono premi per ogni animale posseduto prima del sisma nella misura di 400 euro per i bovini, 60 per ovini e caprini e 20 per i suini” ha aggiunto Verrascina. “Auspichiamo che alle misure in discussione in Parlamento e alle agevolazioni previste per le imprese venga data subito attuazione per dare nuova fiducia al settore agricolo e all’economia di queste aree. Inoltre dobbiamo pensare ad utilizzare al meglio le risorse disponibili a partire da quelle provenienti dalla PAC e dai PSR”.

Roma, 27 Marzo 2017

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.