inComunicati Stampa il12 Settembre 2016

Latte, per rilancio settore serve programmazione di lungo periodo

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

“E’ giusto puntare sul riequilibrio della produzione di latte a livello europeo. Tuttavia siamo convinti che esista ancora un forte squilibrio tra Nord e Sud Europa e che, per quanto riguarda l’Italia, il problema del latte resta strutturale e non saranno soluzioni di questo tipo a risolverlo”.

E’ quanto afferma il presidente della Copagri Franco Verrascina in merito all’approvazione da parte della Commissione Europea dei regolamenti attuativi del pacchetto anticrisi.

“Occorre ricordare che il Nord Europa resta altamente in eccedenza rispetto ai consumi, con un’aggravante soprattutto negli ultimi 12 mesi, ad esempio ci sono paesi come l’Irlanda hanno aumentato la loro produzione interna del 20%. Al contrario molto paesi del Sud Europa come l’Italia non solo non hanno contribuito a queste eccedenze, ma il settore lattiero caseario attraversa una fase di profonda crisi e di forte condizionamento delle speculazioni di mercato.”

“Purtroppo, quindi, siamo convinti che a causa delle difficoltà economiche che vivono, prosegue Verrascina, saranno molti gli allevatori che aderiranno alla riduzione volontaria della produzione, con il rischio però di pregiudicare ulteriormente il comparto, già fortemente deficitario, e provocare la chiusura di moltissime altre stalle. Per rilanciare l’economia e l’intero settore il nostro paese deve, invece, investire sulla produzione e la crescita attraverso una programmazione di lungo periodo”.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.