inComunicati Stampa il26 Lug 2016

Agricoltura sociale, Agricoltori siano affiancati da specialisti per attuazione dei progetti

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

“La legge 141/2015 in materia di agricoltura sociale, che ha recepito molte delle indicazioni che provenivano dal territorio e dalle realtà maggiormente impegnate in questo delicatissimo settore, utilizza le peculiarità di questo mondo come leva per ottenere benefici altrimenti impensabili in altri contesti produttivi dando all’azienda agricola un ruolo di pedagogia attiva. Riteniamo molto importante il tentativo istituzionale di unire due mondi, agricoltura e sociale, apparentemente molto distanti, e al contempo bisognosi di sviluppo e sostegno, ma sarà necessario che gli agricoltori siano affiancati da professionisti specializzati”.

E’ quanto affermato da Franco Verrascina, presidente Copagri, nel corso del convegno “Agricoltura sociale, ad un anno dalla legge tra decreti attuativi e nuovi strumenti normativi” svoltosi oggi presso la Camera.

“L’agricoltura sociale attiene più alla cura delle persone, alla terapeutica ed al recupero di situazioni problematiche che alla produzione vera e propria. Sono diverse le realtà presenti sul territorio che dimostrano che lavorare a terra, con la terra, nasconde delle potenzialità decisamente utili al lavoro riabilitativo, terapeutico e di inclusione sociale” prosegue Verrascina. “Il contatto con la natura ormai raramente sperimentato consente all’individuo svantaggiato a livello psichico e socio-culturale di sperimentare un senso di utilità e progetti di agricoltura sociale potrebbero essere applicati a molteplici aree di disagio sociale quali ad esempio disabili, pazienti psichiatrici, ragazzi a rischio, ex tossicodipendenti o ex detenuti da reinserire.”

“Nessun agricoltore da solo potrà però realizzare progetti di questo tipo. L’imprenditore agricolo e la cooperativa sociale coinvolti nel progetto dovranno essere affiancati e sostenuti da un’equipe di professionisti specializzati così come qualsiasi sia l’ente promotore, azienda agricola o cooperativa, sarà necessaria la collaborazione con i servizi interessati presenti sul territorio di appartenenza (scuole, Asl, Csm, penitenziari o altro).”

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.